Blog: http://parapapao.ilcannocchiale.it

camere

Amo gli alberghi.

Sin da piccolina li trovavo così affascinanti...

Quei corridoi "neutri", quelle stanze tutte uguali e silenziose, che per un paio di giorni diventavano accoglienti e rassicuranti. Che perdevano le caratteristiche anonime della stanza standard e si vestivano di te, dei tuoi oggetti, del tuo stato d'animo ma che già nel momento in cui si richiudeva la valigia perdevano il senso di te per ritornare spoglie, camere qualunque già pronte ad accogliere qualcun altro nello stesso identico modo.

Non cambiano mai quelle stanze, sono adatte a tutti, mutano con i loro occupanti e ti dimenticano velocemente.

Chissà perché mi hanno sempre affascinata cosi tanto le camere d'albergo.

Si è trattato della mia prima esperienza di lavoro, la mia migliore amica ne gestiva uno con la sua famiglia e ben presto cominciai a trascorrere li dentro molto più tempo che fuori.

Era un mondo magico e colorato, pieno di storie interessanti che lasciavano nell'aria un buon odore.

Anche i palazzi hanno lo stesso fascino. Alveari di storie e persone diverse. Ritmi, profumi e musiche che non potrei nemmeno immaginare.

Ma dov'è la mia?

La mia camera, il mio mondo.

Trascorro molto tempo ad osservare fuori dalla finestra, forse dovrei voltarmi a guardare dentro.

Pubblicato il 25/2/2018 alle 1.11 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web